Pantofola (Cypripedium)

Di | ottobre 26, 2017

Rizoma orizzontale, densamente ricoperta di radici. Di solito un forte slancio, dritto. Fogliame a spirale o, in alcune specie, di fronte. Di solito le foglie sono poche, raramente due e poi più spesso con un internodo accorciato: jajowate, obovato a lanceolato, con parallelismo al nervosismo a ventaglio. Infiorescenza di solito 1-3, e in alcune specie subtropicali, anche un 12 fiori. I fiori sono generalmente grandi. Un labbro largo o basso, gonfio. Il petalo esterno superiore è posizionato sopra di esso, entrambi i lati - nella maggior parte delle specie fusi insieme - proteggono il labbro dalla parte posteriore. Petali interni laterali ampiamente diffusi, spesso attorcigliato a spirale. Colonna massiccia. Entrambi gli stami laterali della spirale interna sono fertili, lo stame medio della spirale esterna si trasformò in uno grande, staminodium discoide. Voglia sul collo allungato, grande, massiccio, fertile tutti e tre i suoi cerotti.

Una colonna di un'orchidea del genere Shoemaker (Cypripedium) visto dall'interno (un), sul lato (b) e dall'esterno (c)

Il genere ha ca. 35 specie che crescono nell'emisfero settentrionale. La maggior parte di loro si trova nell'Asia orientale e nella parte orientale del Nord America. In Europa le calzature sono rappresentate da sole tre specie: pantofola (Cypripedium calceolus L.), C. guttatum Sw. e C.. macranthos Sw. Il primo copre l'intera Europa centrale, Nord e Est e Asia, C. il guttatum cresce dalla Bielorussia attraverso la Siberia fino al Nord America, e C.. macrantlios è conosciuto dall'Ucraina e dall'Asia settentrionale. I fiori di Cypripedium macrantlios differiscono dai fiori comuni, ad es.. rosso intenso. C. guttatum si distingue da entrambe queste specie per la forma del labbro.

Queste specie possono essere trovate in vari tipi di foreste, nei prati e nelle torbiere, nella tundra, e anche nel fondale alpino dell'Himalaya, su terreni sia acidi che poveri, oltre che fertile, nawapiennych.

La biologia dell'impollinazione dei fiori delle scarpe ha destato a lungo l'interesse dei botanici. Sono un esempio di fiori trappola rari nella nostra flora. Il labbro delle nostre calzature ricorda una scarpa. I suoi bordi sono arrotolati verso l'interno e fortemente cerati. Ce ne sono di piccoli nella parte di base, frammenti di tessuto trasparenti, il cosidetto. finestre, attraverso il quale la luce risplende nel fiore. All'interno del labbro, linee di peli bianchi piegati verso la base e file di macchie rosse corrono lungo i nervi.. I fiori secernono forte, buon odore, ricorda la vaniglia e il limone, ma non producono nettare. I capelli all'interno del labbro contengono oli, ma non trovato, per gli insetti da mangiare. L'impollinazione viene eseguita da comuni api solitarie Andrena, Lasioglossum i Halictus. I visitatori più comuni sono i maschi Andrena haemorhoa. Le macchie rosse all'interno del labbro agiscono come false tracce che conducono al nettare – incoraggiano gli insetti a visitare il fiore. L'odore è un ulteriore incentivo, che assomiglia ai feromoni, cioè composti chimici che stimolano l'attività degli insetti maschi. Dopo essere atterrato sul labbro, l'insetto inizia il suo viaggio all'interno, scivolando lungo il bordo cerato ad un certo punto, cade all'interno. L'unico modo per uscire dalla trappola è indicato da "scie di nettare", Italiano e luce che brilla dalle "finestre". L'insetto viaggia alla base del labbro, sfregando prima contro quelli grandi, voglia discoide. Dopo averlo superato, ha due percorsi tra cui scegliere. Indipendentemente da, che andrà, sarà incrostato con una massa pollinica cerosa. Questa sequenza di "passaggio" attraverso le strutture generative del fiore impedisce l'autoimpollinazione. Visitando il prossimo impianto, l'insetto lascerà il polline raccolto dal precedente sullo stigma, rendendo così l'impollinazione. Ovviamente, ci vorrà anche il prossimo lotto di polline. Ma pensiamo, o essere dentro il labbro, l'insetto deve impollinare il fiore? Non può uscirne allo stesso modo, in cui è entrato o piuttosto è caduto? Tutto dipende dalle dimensioni dell'animale. Osservato, che i più piccoli sono liberi di volare fuori dal fiore senza alcun polline, più grande – no. La barriera qui è grande, staminodium discoide, diretto verso l'interno del labbro. Perché spremere le strutture generative di un'orchidea richiede forza ed energia, succede, che alcuni degli insetti più deboli e più piccoli muoiono, intrappolato tra lo stame e la voglia e il labbro.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *